Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Le biografie si articolano in due pagine. Nella prima è presente il profilo biografico dell'architetto e una bibliografia essenziale. Nella seconda pagina compare invece l'elenco dei progetti principali del biografato e, in particolare, sono evidenziati quelli corredati da una scheda con relative immagini, le quali, quindi, possono essere visualizzate. Per reperire le biografie degli architetti associati a studi di architettura, consultare l'elenco alfabetico sotto la lettera S.

 
 
  • GALLO, Giuseppe

    GALLO, Giuseppe

    Caramagna Piemonte (CN) 1860 - Torino 1927

    Formatosi presso la Regia Scuola di Applicazione per gli ingegneri di Torino, Giuseppe Gallo (1860-1927) è con molta probabilità il più attivo progettista di chiese del Piemonte tra Otto e Novecento. A lui si debbono inoltre numerosissimi ampliamenti e trasformazioni di edifici storici medievali e di età moderna, che fanno del suo archivio una delle più interessanti e pervasive testimonianze sullo stato dei beni architettonici ecclesiastici piemontesi tra XIX e XX secolo.
  • GAMBA, Cesare

    GAMBA, Cesare

    Genova 1851 - Genova 1927

    Cesare Gamba nacque a Genova nel 1851. In un manoscritto autobiografico Gamba conserva le memorie della sua vita: venti capitoli organizzati in una sorta di viaggio introspettivo che attraversa diversi aspetti, dall'attività professionale alla famiglia, al milieu sociale e culturale, ai ricordi personali. Figura eclettica, Cesare Gamba fu un uomo colto, politicamente impegnato, amante e studioso delle lingue straniere, cultore di diversi interessi in ambito artistico.
  • GARDELLA, Ignazio

    GARDELLA, Ignazio

    Milano 30 marzo 1905 - Oleggio (NO) 15 marzo 1999

    Ignazio Gardella nasce il 30 marzo 1905 a Milano, dove consegue la laurea in Ingegneria nel 1930, avviandosi alla professione presso lo studio di ingegneria fondato dal padre Arnaldo, sempre a Milano. Sin dagli esordi della lunga e prolifica attività aderisce alle istanze del razionalismo. Tra le principali opere degli anni Trenta meritano di essere ricordati l'ampliamento di Villa Borletti a Milano (1936) e il dispensario antitubercolare di Alessandria (1938).
Risultati:4-6 di 14
< 1
2
3 4 5 >