Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Agrigento, Palazzo delle poste, Angiolo Mazzoni,1931-1939

 
 Progetto di Angiolo Mazzoni del Palazzo delle Poste di Agrigento, veduta interna, 1931-1939

Progetto di Angiolo Mazzoni del Palazzo delle Poste di Agrigento, veduta interna, 1931-1939

 
 

Autore: Angiolo Mazzoni

Annoverata da Mussolini nel 1930 come una delle opere pubbliche da promuovere in Sicilia, il palazzo viene realizzato sostanzialmente fra il 1932 e il 1935. L'impianto cilindrico, ancorato alla naturale orografia della zona, è dettato anche dalle scelte formali che caratterizzano l'opera «allo stesso tempo futurista, metafisica e razionalista». Anche l'utilizzo dei materiali - dal cemento armato alle pietre colorate -, la compresenza di caratteri funzionali e di elementi decorativi, i mosaici di Matilde Festa Piacentini e le sculture di Quirino Ruggeri, rendono le poste di Agrigento un episodio particolarmente significativo nella produzione mazzoniana. L'edificio ottenne peraltro una immediata pubblicità, grazie anche alla visita di Luigi Pirandello, documentata da fotografie conservate nel fondo.
 

 
Archivio del progetto
Fondo Angiolo Mazzoni (1894-1979), Mart, Archivio del '900 di Rovereto:

contiene 5 fascicoli di materiali grafici, per un totale di 103 elaborati (piante, prospetti, sezioni, taglio della pietra, arredamenti e finiture, 1932-1939); 1 fascicolo di materiali fotografici e 1 album contenente fotografie su Agrigento (per un totale di 124 fotografie, 1932-1939); 14 documenti di corrispondenza incollati su album (1932-1976); 7 ritagli stampa incollati su volume (1931-1940).

Bibliografia
M. Oddo, Il palazzo delle poste di Agrigento, in Angiolo Mazzoni (1894-1979): architetto ingegnere del Ministero delle comunicazioni, Milano, Skira, 2003.