Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Accademia nazionale di San Luca

 
 
 

Accademia nazionale di San Luca

«L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l'architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell'architettura italiane» (Statuto, 2005, art. 1). L'Accademia ebbe origine dall'università dei Pittori, Miniatori e Ricamatori che svolgeva la sua attività in Roma sin da tempi assai remoti.  Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593. Nel corso del Seicento  ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.  Dal 1705 adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano «aequa potestas» che lo accompagna. 
Dal 1934 ha sede in Palazzo Carpegna, già proprietà dei principi e cardinali Carpegna, per i quali Francesco Borromini fra il 1643 e il 1650 pose in essere importanti opere di trasformazione e ampliamento dell'antico nucleo cinquecentesco. Qui sono situati la Galleria accademica, recentemente riaperta con un nuovo allestimento, le biblioteche, accademica e "Romana Sarti", l'Archivio storico, che conserva documenti di natura iconografica e cartacea prodotti dall'Accademia a partire dal XVI secolo, e  l'Archivio del moderno e del contemporaneo che raccoglie disegni di artisti e architetti accademici del Novecento e di contemporanei che hanno voluto affidare all'istituzione quanto elaborato nell'intero percorso della loro esperienza di lavoro (oltre al fondo Mario Ridolfi sono presenti, tra gli  altri, gli archivi degli architetti Pietro Aschieri, Mario De Renzi, Ugo Luccichenti, Maurizio Sacripanti, Carlo Chiarini, Carlo Aymonino) o che hanno donato fogli scelti esposti dall'Accademia nella mostra Per una collezione del Disegno contemporaneo (Roma, 2009). L'Accademia ha iniziato dal gennaio 2011 una sistematica campagna di digitalizzazione dei fondi di architettura contemporanea volta alla conservazione e alla valorizzazione dei materiali, resi presto tutti accessibili on line.

Sede

Piazza dell'Accademia di San Luca, 77
00187 Roma

Contatti
Centralino: tel. 066798850, 066798848
www.accademiasanluca.eu/it/accademia/contatti